Comprare un passaporto, come e dove

 

In questi tempi di dibattito sull’accoglienza delle persone migranti è suggestivo andare ad indagare le procedure attraverso le quali alcuni Paesi che si affacciano nella nostra stessa Europa intendono definire tutto il procedimento relativo alla concessione della cittadinanza. Nella mia indagine esaminerò soltanto i casi cosiddetti di naturalizzazione che sono i sistemi di concessione della cittadinanza più utilizzati a chi voglia mantenere due passaporti o da chi acquisisca la cittadinanza di uno Stato diverso da quello di nascita in età adulta e senza vincoli di sangue o matrimonio realizzati nella sua nuova Patria.

Il caso di Malta: tanti investimenti ed un sorriso.

Si chiama Individual Investor Programme ed è stato definito con una Legge maltese del 2014 il metodo di concessione della naturalizzazione a chi abbia significativamente contribuito all’arricchimento patrimoniale dell’ isola. Dopo un approfondito controllo dei precedenti penali, al richiedente ed ai suoi familiari è concessa la naturalizzazione a patto che sia stato residente a Malta per almeno 12 mesi, abbia acquistato immobili per almeno 350.000 euro da detenere per almeno 5 anni, abbia effettuato una donazione al Governo maltese per lo sviluppo dell’Isola di almeno 650.000 euro, abbia effettuato un investimento in azioni ovvero obbligazioni maltesi per almeno 150.000 euro da tenere anche questo per almeno cinque anni e abbia una copertura assicurativa sanitaria globale.

Nel Granducato vanno tutti a scuola

Meno semplice ed anche meno costosa la doppia cittadinanza nel Granducato del Lussemburgo. Oltre allo ius soli, il metodo per diventare cittadini del Granducato passa come per Malta attraverso la naturalizzazione. I requisiti sono molto lunghi da ottenere. Bisogna dimostrare di essere stati residenti in Lussemburgo negli ultimi 5 anni e ininterrottamente per gli ultimi dodici mesi. Una forte richiesta di onorabilità personale va esaudita attraverso la dimostrazione di non essere stato penalmente condannato in Lussemburgo o all’estero nei quindici anni precedenti per una pena superiore a 12 mesi di reclusione. Bisogna conoscere bene la lingua lussemburghese, dimostrazione attraverso un esame che deve certificare almeno un livello A2 di conoscenza orale e B1 di comprensione. Da ultimo si dovrà partecipare ad un corso chiamato “Vivre ensemble au Gran Duché au Luxembourg” dove si studieranno argomenti quali i diritti fondamentali dei cittadini, le istituzioni statali e comunali del Lussemburgo, la storia del Lussemburgo e la integrazione europea, superando in ogni materia i relativi esami finali. Tutto qui ed alla fine, ottenuto il certificato di naturalizzazione si potranno mantenere tutte e due le cittadinanze.

C’è un Principe nel Principato.

A Monaco, perla del Mediterraneo, c’è un regime differente per l’acquisto della cittadinanza attraverso la naturalizzazione, serve la decisione diretta del Principe di Monaco che si basa sulla residenza nel Principato per almeno dieci anni dopo il raggiungimento della maggiore età, l’assolvimento degli obblighi militari nel Paese di provenienza e la rinuncia alla cittadinanza precedente. Quini a Monaco non si potrà essere naturalizzati con il doppio passaporto.

– continua –

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Rispondi