Croce Rossa: la misoginia spiegata ai ragazzi

Non è determinante chi sia messo a Capo del Corpo, assolutamente,le persone passano, sono le Istituzioni ad attraversare i Secoli. Ma se uno era insopportabile e gli altri sono inadeguati bisognerà cominciare a porsi la domanda su chi sia veramente di troppo in questa meravigliosa Associazione, chi ci sia capitato per sbaglio, chi non abbia i meriti per restarci. Leggi tutto

Croce Rossa: fumo e fiamme, troppo fumo

Il resto è fuffa, chiacchiere e le solite bugie che costellano questo ultimo periodo di vita, travagliato, di un’Istituzione che ha passato tre secoli di Storia nazionale e che sopravviverà a tutti gli autocrati, gli autoreggenti, ipocriti e supponenti che si frapporranno tra queste meravigliose Donne e la loro Storia gloriosa. E’ inutile dire che la Croce Rossa è un’altra cosa. Leggi tutto

Croce Rossa: indistintamente salutiamo.

Abbiamo, noi Volontari veri, la forza ed il numero per dire basta, per salvare questa meritoria Associazione dal suo inarrestabile declino, per evitare la rovina di un’Azienda che non abbiamo voluto assieme a quella di un’Associazione che non deve essere in mano a mercanti ma tornare nelle braccia dei Volontari veri, adesso e per sempre. Leggi tutto

Croce Rossa: lo stigma e le lumache

Ear tornare al loro ruolo centrale proprio noi, i Volontari, quelli che non timbrano il cartellino, che non hanno da nascondere i contrattini, che le trasferte all’estero se le pagano di tasca loro, che rubano il sonno ed il tempo alle loro famiglie per fare del bene al prossimo, che non accusano, stigmatizzano e licenziano nessuno, che voglio che la Croce Rossa costruita con le loro braccia torni finalmente nelle loro mani. Leggi tutto