Tra Tidei e Settanni non mettere Mencarelli

Tra Tidei e Settanni non mettere Mencarelli

9 Dicembre 2018 0 Di Cristiano Degni

Testa a testa in un serrato botta e risposta tra il Sindaco di Santa Marinella Pietro Tidei e il consigliere di minoranza Francesco Settanni eletto per la lista del MoVimento 5 Stelle. L’oggetto del contendere è nella nomina dell’Architetto Ermanno Mencarelli al posto dell’Architetto Maia, dipendente comunale il cui contratto è stato risolto a causa della dichiarazione di dissesto. La Legge però non prevede siano concedibili né incarichi di staff né di alta consulenza, a tempo determinato e comunque di durata non eccedente il mandato del Sindaco. Per questo è arrivata la grande idea di prendere un professionista a mezzo servizio.

Da qui la doglianza del consigliere Settanni che ha trovato Ermanno Mencarelli troppo impegnato. In un nota Settanni racconta che il professionista è dipendente statale e lavora part time anche per il Comune di Tolfa,quello con cui andrebbe divisa la fascia oraria di impegno dell’architetto, e con quello di Allumiere. Non soddisfatto della replica del Sindaco Tidei, Settanni si è rivolto all’Autorità Nazionale Anticorruzione, che è l’agenzia speciale istituita non solo per combattere la corruzione ma anche per instradare le amministrazioni pubbliche verso comportamenti virtuosi e soprattutto per far rispettare rigorosamente i principi di incompatibilità ed inconferibilità che sono sanciti nella Legge Severino.

Nessuno ha messo indubbio la persona del professionista, pur coinvolto in un recente passato in vicende giudiziarie legate alla sua professione al servizio degli Enti Locali, ma i grillini ne fanno una ragione di affidabilità: un professionista che si debba dividere tra la scuola e due o tre incarichi pubblici sicuramente non potrà garantire l’efficienza per cui è pagato dal Comune di Santa Marinella e che alla Città di Santa Marinella serve. Tra l’altro nella nota di Settanni viene analizzato anche il modo poco usuale messo in piedi per consentire alla Giunta Comunale, che ha nominato il professionista con un’apposita delibera dello scorso 6 novembre solo fino alla fine di quest’anno nella forma non dell’incarico ad personam ma della convenzione tra Comuni, di attivare una convenzione soltanto per una manciata di giorni, festivi e festività naturalmente escluse.