Words in Press

anche le cattive notizie sono storie da raccontare

Pagina 2 di 27

Croce Rossa: la virtù di essere diversi

i Soci che svolgono la loro attività di volontariato nei Corpi Ausiliari non sono migliori degli altri Volontari, sono diversi. Diversi per vocazione, per passione, per formazione e dottrina di impiego, per disponibilità e responsabilità ed in maniera diversa devono essere considerati e trattati. Semplicemente

Croce Rossa: tanta uva, pochissime volpi.

il caso delle Sorelle che rivestono incarichi di vertice nel Corpo , a volte anche nell’Ufficio Direttivo Centrale, e che contemporaneamente ed in spregio ai regolamenti vigenti continuano ad assolvere anche incarichi direttivi nei Comitati territoriali

Croce Rossa: una domanda in più.

Esiste uno stigma profondo non solo nei confronti di un difficile dissenso ma anche della semplice richiesta di trasparenza, di una trasparenza che non c’è, dei criteri minimi di democrazia associativa, sempre e costantemente negati, della possibilità di discutere questi temi nei confronti assembleari, negata anche questa, della semplice risposta, anche a distanza, a domande altrettanto semplici, mai praticata.

Croce Rossa: abbasso la noia

Aboliamo i regolamenti, tutti, non perdiamo tempo a scrivere e riscrivere ogni settimana. Dividiamo la Croce Rossa in due settori: chi può fare come vuole e chi deve subire gli umori degli altri. Si può fare, costa poco, è la manifestazione esteriore del nuovo feudalesimo che ha già invaso questa meravigliosa parte di Paese.

In politica come in amore

In politica, come in amore, i paradossi sono all’ordine del giorno e per tutte le generazioni nate sotto il mito dell’8 settembre deve essere assolutamente normale accogliere come alleati i nemici di due ore fa.

Croce Rossa: le frittelle del Marchese

Conosco questa gente, la mia gente, e so che di coraggio ne hanno avuto, ne hanno e ne avranno tantissimo. Quello che è mancato loro, alla maggioranza, è stata la fiducia nel disegno che si andava delineando sotto i loro occhi, la totale assenza di carisma e di credibilità di chi voleva far attraversare un mondo ridotto a deserto ad una moltitudine condotta col bastone e che non trova più nemmeno la carota.

Ridateci il bancomat

Generare confusione serve per non assumersi responsabilità, per confondere le carte sul tavolo, per far scivolare come inutili e pretestuose le domande che i cittadini si pongono, per consentire a chi si è sempre fatto i fatti suoi di continuare il suo mestiere senza mai apparire, senza che sulla sua testa si accendano quei riflettori che lo obbligherebbero a smettere di divertirsi così tanto.

Poco Lucidi sulla Multiservizi

La realtà, in effetti, dice e ci fa vedere cose diverse, ci mostra una Multiservizi utilizzata come una simpatica arma di legittima offesa, sempre dappertutto e coinvolta in ogni dove, unico rimedio segreto per tutti i mali che affliggono questa meravigliosa Città ma il cui piano industriale non è ancora stato mostrato ai suoi reali proprietari, i cittadini

Il ritorno del Cretino

Esistono delle regole per fare le cose e le regole devono essere chiare, per tutti. Se le cose non si possono giuridicamente fare una Pubblica Amministrazione non le fa. Se prendo la palla con le mani non è più calcio; si tratta sempre di sport ma non e calcio.

Croce Rossa: siamo competitors

Il fatto che SEUS ci definisca competitors certifica, ove ce ne fosse bisogno, l’aziendalizzazione dell’Idea, ci qualifica come Azienda che presta gli stessi suoi servizi. Loro non sono un ente umanitario ma un’azienda commerciale; anche noi stiamo perdendo per strada l’Umanità, assieme all’Indipendenza ed a tutta la serie di paraventi che abbiamo chiamato Principi e che non sono nulla senza i relativi Valori, se non una foglia di fico per difendere gli Interessi di qualcuno.

« Articoli precedenti Articoli seguenti »

© 2020 Words in Press — Powered by WordPress

Tema di Anders NorenTorna su ↑

RSS
Twitter
Visit Us
Follow Me
YouTube
YouTube
Instagram